BIELORUSSIA
© Roberto Breschi
Sommario. La Bielorussia, o Russia Bianca, assoggettata al principato di Kiev fino al XIV secolo, passò alla Lituania e quindi alla Polonia (1386) della quale seguì la sorte finché, in seguito alla rivoluzione russa, non venne spartita, dopo un breve periodo di indipendenza (1918), tra Russia e Polonia. Fu Repubblica Socialista Sovietica dal 1919 al 1991, quando tornò indipendente e adottò una bandiera bianca con striscia centrale rossa, la stessa dell’effimera indipendenza del 1918. Ma nel 1995 il mutato clima politico portò la nuova bandiera che ricorda da vicino quella della RSS, ultima versione.


Russia Bianca, Repubblica di Bielorussia, Respublika Belarus', 1918, 1991-1995


Bandiera valida per tutti gli usi. Definita dal Comitato Nazionale Ruteno il 25 marzo 1917, fu alzata esattamente un anno dopo, il giorno della proclamazione dell'indipendenza, e resa ufficiale il 5 settembre 1918. Ammainata il 31 dicembre successivo con l'occupazione bolsceviva, ricomparve fugacemente nel 1942-44 presso i nazionalisti filotedeschi. Il 25 agosto 1991 il paese ottenne di nuovo l'indipendenza e riprese la bandiera che però fu sostituita il 7 giugno 1995. Il bianco è il colore dei russi bianchi. Molti stemmi degli antichi principati della regione portavano il bianco e il rosso.


Repubblica Socialista Sovietica di Bielorussia
Beloruskaija SSR, Belaruskaija SSR
, 1919-1937





Bandiera definita mercantile e da guerra dalla costituzione del 3 febbraio 1919; confermata come bandiera di stato l'11 aprile 1927. Da tale data, le iniziali in caratteri cirillici - corrispondenti a SSRB - si trovano anche disposte diversamente (BSSR) e chiuse in una cornice.


Repubblica Socialista Sovietica di Bielorussia
Beloruskaija SSR, Belaruskaija SSR, 1937-1951


Bandiera di stato, adottata con la costituzione del 19 febbraio 1937; sostituita nel 1951. Le iniziali in caratteri cirillici (corrispondenti a BSSR) erano accompagnate dall'emblema della falce e martello con stella. Dal 1946 al 1951 la bandiera rappresentò la Bielorussia alle Nazioni Unite.


Repubblica Socialista Sovietica di Bielorussia
Beloruskaija SSR, Belaruskaija SSR, 1951-1991



Bandiera di stato introdotta il 25 dicembre 1951 e sostituita con l'indipendenza del 1991 dalla vecchia bandiera del 1918. Tratto distintivo rispetto alle bandiere delle altre repubbliche sovietiche è la presenza vicino all'asta di un disegno ispirato all'artigianato locale, definito ufficialmente "ornamento nazionale".


Russia Bianca, Repubblica di Bielorussia, Respublika Belarus', dal 1995



Valida per tutti gli usi, la bandiera adottata ufficialmente il 7 giugno 1995 riprende il disegno di quella della repubblica socialista sovietica adottata nel 1951. Sono omessi la falce e il martello e la stella; l'ornamento lungo l'asta è leggermente cambiato ed ha la trama rossa su fondo bianco, anziché il contrario. Proporzioni 1/2; la striscia con l'ornamento è 1/9 del drappo; la striscia verde è la metà di quella rossa.



ALTRE BANDIERE

Bandiera del presidente
Bandiere delle province (voblastsi)
Bandiere della capitale e delle città principali

Bibliografia
Flag Bull., XI,1, 1972 - Flag Bull., 165, 1995 - K.A. Ivanov, Flavi gosudastv mira, 1971 - Raccolta delle bandiere, Ministero della Marina Italiana, 1932 - Nat. Geogr. Soc. Mag. XCIX, 2, 1951 - Archivio CISV, Scheda 33/61 - Cabinet des Drapeaux, 10 e 17, 1995.


> Indice Europa >              >> Indice generale >>