SARATOV


1997


dal 1997
La prima bandiera di Saratov, città della Russia europea meridionale sulla riva destra del medio corso del Volga, fu approvata nelle linee generali il 5 febbraio 1997 e poi precisata il 28 maggio successivo. In proporzioni 2/3, era in tre strisce orizzontali bianca, turchese e rossa, la prima, recante le armi della città al centro, larga il doppio delle altre. Lo stemma riprendeva quello disegnato nel 1725 (ufficiale dal 1781), con tre storioni d'argento disposti a Y in campo azzurro. La bandiera ebbe vita breve, perché il 5 dicembre 1997 ne fu alzata una nuova, approvata il mese precedente, bianca con alla base una strisca azzurra pari a 1/3 del drappo. Nel campo bianco, lo scudo leggermente modificato, con lo storione in basso volgente il dorso verso il battente anziché verso l'asta (v. gli analoghi stemmi dell'omonimo oblast).


> Russia >                                    > indice città >


VOLGOGRAD
Volgogrado


I simboli della città di Volgograd, già Stalingrado, sul breve canale di collegamento tra il Volga e il Don, furono approvati il 31 marzo 1999. La bandiera è rossa con le armi della città al centro. Proporzioni 2/3. Lo scudo, che ricorda lo stile araldico sovietico, mostra un ingranaggio e spighe di grano d'oro in campo azzurro, simboli dell'industria e dell'agricoltura; nella parte superiore una merlatura rossa con il nastro e la stella di "città eroica", conferiti per la strenua resistenza ai nazisti.


> Russia >                                    > indice città >


ASTRAHAN


Bandiera dell'antica città di Astrahan, fondata dall'Orda d'Oro, situata sul delta del Volga. Adottata il 2 dicembre 1997 e confermata il 21 aprile 1998. Proporzioni 2/3. Le strisce ondulate azzurre simboleggiano le acque del Volga; l'emblema centrale, una scimitarra e una corona imperiale, è uguale a quello che figura sulla bandiera dell'omonimo oblast.


> Russia >                                    > indice città >


ROSTOV SUL DON
Rostov-na-Donu


Bandiera della città di Rostov sul Don, situata presso la foce del fiume. Introdotta il 3 dicembre 1996, è divisa in azzurro e rosso, così come lo scudo che figura al centro. Quest'ultimo, approvato insieme alla bandiera, riprende le armi concesse alla città dallo zar Alessandro I nel 1811. In campo azzurro è rappresentata una torre d'argento sulla quale è issata la bandiera da guerra della Russia, che ricorda la fortezza di San Demetrio, costruita sulle rive del Don in difesa dei confini meridionali dell'impero. Le armi e la maglia metallica in campo rosso alludono alle spoglie sottratte al nemico. Proporzioni 2/3.


> Russia >                                    > indice città >


STAVROPOL


1994-2014


2014


dal 2014
Bandiera della città di Stavropol nella Russia meridionale, adottata il 21 dicembre 1994. Simile alla bandiera dell'omonimo territorio (vedi) di cui è il capoluogo, ma con i colori invertiti, ne mantiene la simbologia (il giallo-oro per la ricchezza, la fertilità e il clima solare, il bianco per la pace universale, la croce per il nome stesso che significa "città della croce). All'intersezione dei bracci è riprodotta una porta delle antiche fortificazioni fatte costruire da Caterina II. La bandiera recava inizialmente il tricolore russo nel cantone, che poi  fu eliminato il 30 settembre 2014. Poche settimane dopo, il 24 dicembre 2014, le originarie proporzioni 1/2 furono mutate in 2/3.


> Russia >                                    > indice città >


SOCI
Soči


Bandiera della città di Soci, sul mar Nero, nel territorio del Krasnodar, famosa meta balneare e anche sciistica (ha ospitato i Giochi Olimpici invernali nel 2014). Tal singolare duplice aspetto si riflette sulla moderna bandiera civica, con raffigurazioni da agenzia turistica. Il riquadro azzurro al centro richiama una terza attrattiva della città, le terme. La bandiera, armeggiata, è stata approvata il 7 giugno 2005. Proporzioni 2/3.


> Russia >                                    > indice città >


KRASNODAR


2003-2006


La prima bandiera di Krasnodar, città sul fiume Kuban, presso le prime alture caucasiche nord-occidentali, fu approvata il 23 settembre 2003. Proporzioni 2/3. Inquartata in decusse, aveva i medesimi colori della bandiera del territorio omonimo, per i cosacchi (color lampone), i russi (azzurro) e i circassi (verde). In centro le armi della città, nei toni del giallo oro: scudo incorniciato da una bordura di stelle a sei punte, inquartato: nel 1° e nel 4° un tratto di mura merlate sormontate dall'aquila bicipite con in petto uno scudetto con il monogramma della zarina Caterina II, dalla quale la città prendeva l'antico nome di Ekaterinodar = "dono di Caterina"); nel 2° e nel 3° una mazza cosacca e bandiere recanti, nel 2°, i monogrammi di Caterina II e di Paolo I, e, nel 3°, di Alessandro I e Nicola I. Sul tutto uno scudetto con il monogramma di Caterina e la data della fondazione della città, 1794.


dal 2006

L'attuale bandiera di Krasnodar fu stabilita il 13 luglio 2006 in sostituzione della precedente. È un drappo bicolore bianco su giallo (prop. 2/3), al centro del quale figura una fortificazione merlata rossa accollata a uno scudetto rosso con il monogramma in oro di Caterina II e sormontato dall'aquila bicipite, emblema nazionale della Russia.


> Russia >                                    > indice città >