REGNO UNITO
© Roberto Breschi
Sommario. Il "Regno Unito di Gran Bretagna" nacque nel 1707 sotto Anna Stuart quando Inghilterra e Scozia furono unite per essere governate da un solo parlamento con sede a Londra. Tuttavia le due nazioni, pur costituendo due stati distinti con distinti parlamenti, erano già unite nella persona del re dal 1603; quell'anno infatti Giacomo VI Stuart di Scozia salì sul trono inglese col nome di Giacomo I. Nel 1714 ebbe inizio con Giorgio I l’attuale dinastia degli Hannover, sotto i quali si formò e svanì l’impero coloniale più vasto di tutti i tempi. Nel 1801, quando anche l’Irlanda entrò a far parte dell’Unione con parità di rango, la denominazione dello stato cambiò in "Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda"; e cambiò ancora in "Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord", quando nel 1921 parte dell’Irlanda diventò Stato Libero. La notissima bandiera britannica riflette la composizione del Regno Unito.


Regno di Gran Bretagna,
Britain, Great Britain, Kingdom of Greater Britain,
1606-1800


Bandiera nazionale e di stato della Gran Bretagna e del suo impero. Introdotta con ordinanza reale il 12 aprile 1606 in seguito all'unione personale tra Inghilterra e Scozia. Sospesa tra il 1634 e il 1660 per la temporanea rottura dell'unione. Ammainata il 31 dicembre 1800. Le proporzioni del drappo, in origine circa 3/4 andarono via via allungandosi fino a circa 2/3 (a cavallo del 1700) e a quasi 1/2 dopo il 1740. Deriva dalla soprapposizione della croce inglese di San Giorgio e quella scozzese di Sant'Andrea. Le immediate proteste degli scozzesi che vedevano il loro simbolo in posizione subalterna alla croce di San Giorgio, restarono inascoltate. La bandiera era detta "dell'Unione", Union Flag, ma diventò presto più popolare l'appellativo Union Jack, di origine controversa. Questo nome fu ufficializzato nel 1707 dalla regina Anna, che lo usò nel testo dell'ordinanza che istituiva l'insegna rossa per le navi mercantili.


Regno di Gran Bretagna,
Britain, Great Britain, Kingdom of Greater Britain,
1707-1800


Red Ensign; bandiera mercantile approvata dalla regina Anna il 28 luglio 1707 e modificata nel 1801. Le insegne rossa, azzura e bianca erano in origine riservate ai tre squadroni in cui era divisa la flotta, comandati rispettivamente da un ammiraglio, un contrammiraglio e un viceammiraglio; la decisione fu presa nel 1653 per ragioni tattiche e fu revocata nel 1864. L'insegna rossa fu la prima ad essere adibita anche ad un uso diverso, quello mercantile.


Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda,
United Kingdom of Great Britain and Ireland,
1801-1921
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord,
United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland,
dal 1921


Bandiera nazionale e di stato. Proclamata il 1° gennaio 1801 in seguito a una decisione del re del 5 novembre 1800 e subito entrata in uso. In seguito all'ingresso dell'Irlanda nel Regno Unito fu inclusa nell'Union Jack anche la croce di San Patrizio. Essa non è esattamente centrata rispetto alla croce bianca scozzese di Sant'Andrea, ma ha i bracci spostati verso il basso dalla parte dell'asta e verso l'alto dalla parte del battente: in tal modo, ciascuna delle due croci risulta in posizione di maggior onore in due dei quarti della bandiera.


Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda,
United Kingdom of Great Britain and Ireland, 1801-1921
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord,
United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland,
dal 1921


Red Ensign. Bandiera mercantile del Regno Unito e delle sue colonie; solo ad alcune di queste ultime fu concesso dall'Ammiragliato di porre sulla bandiera un proprio emblema (badge). Proporzioni circa 3/5 fino al 1864, poi 1/2. Il primo gennaio 1801, conseguentemente all'entrata in uso del nuovo Union Jack, era cambiato anche il cantone dell'insegna rossa.


Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda,
United Kingdom of Great Britain and Ireland,
1864-1921
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord,
United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland,
dal 1921


Blue Ensign. Bandiera mercantile limitata alle navi dello stato e a quelle comandate da ufficiali della riserva navale. Costituisce anche la base per le numerose bandiere coloniali che recano al battente l'emblema o badge del possedimento. L'ordinanza reale del 9 luglio 1864 abolì l'impiego delle insegne (Blue, Red and White) per gli squadroni e ne disciplinò il nuovo uso.


Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda,
United Kingdom of Great Britain and Ireland,
1864-1921
Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord,
United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland,
dal 1921


White Ensign. Bandiera riservata, dopo l'ordinanza reale del 9 luglio 1864, alle imbarcazioni di Sua Maestà, His (o Her) Majesty Ship (HMS), cioè alle navi da guerra e alla flotta reale da diporto (Royal Yacht Squadron). Fu anche alzata delle navi da guerra di alcuni dominions che riconoscevano il sovrano d'Inghilterra come Capo dello Stato (Australia, Nuova Zelanda, Canada, Sudafrica). In origine, come insegna di squadra navale, non portava la croce, la quale fu ufficialmente introdotta nel maggio 1702, anche se la vecchia forma non scomparve del tutto prima del 1744.


ALTRE BANDIERE

Stendardi reali
Bandiere di bompresso
Bandiere delle capitali dei Paesi membri del Regno Unito

>
GALLES

> INGHILTERRA
> IRLANDA
> IRLANDA DEL NORD
> SCOZIA
Bibliografia
W.G. Perrin, British Flags, 1922 - C. Clark, The Flags of Britain, 1934 - Flagmaster 101, 2001 - Archivio CISV, scheda 134/8 (nota)


> Indice Europa >              >> Indice generale >>