SWAT
© Roberto Breschi
Sommario. Il principato montano di Swat, nell'Hindukush, mantenne anche dopo l'indipendenza pakistana la sua autonomia, fortemente ridimensionalta nel 1955. Nel 1969 il principato fu abolito.


Principato di Swat e Bunner, fino al 1969






Bandiera di stato adottata in epoca non conosciuta, probabilmente intorno al 1946 e abolita in teoria con la cancellazione dello stato, nel 1969. Drappo quadrato, ma se usato come stendardo del valì (principe) era in proporzioni 1/2.


> PAKISTAN

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 3, sez. 12, 1990 - Riv. Marittima, Suppl., 2, 2000 - Archivio CISV, scheda 54/6







DIR
© Roberto Breschi
Sommario. Principato del Pakistan settentrionale a ovest dello Swat e a sud del Chitral. Dopo l'indipendenza pakistana la sua autonomia diventò sempre più teorica e nel 1969 il principato scomparve.


Principato di Dir, fino al 1969






Bandiera di stato e/o stendardo del nababbo adottata in epoca imprecisata e abolita in teoria con la soppressione dello stato il 28 luglio 1969. È possibile che nel 1976, durante alcuni disordini, sia stata ripresa per un breve periodo. Drappo triangolare. Esisteva in due varianti, rossa e verde, non si sa se adibite a usi diversi. Sulla bandiera figuravano molti simboli e iscrizioni: un uccello in volo, la mano di Fatima, il crescente e la stella; l'iscrizione in alto significava "in nome di Dio benevolo e misericordioso", al centro la shahada in urdu ("Allah e il solo Dio e Maometto è il suo profeta"), e in basso, in arabo, "con l'aiuto di Dio la vittoria è vicina".


> PAKISTAN

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 3, sez. 12, 1990 - Archivio CISV, scheda 54/6







CHITRAL
© Roberto Breschi
Sommario. Il principato di Chitral, all'estremo nord del Pakistan ai confini con l'Afghanistan, si resse in maniera più o meno indipendente fino al 1969, allorché ogni residua forma di autonomia locale fu cancellata dal governo pakistano. Insieme allo Swat e al Dir fa oggi parte della provincia della Frontiera Nord-occidentale.


Principato del Chitral, fino al 1969



Bandiera di stato e stendardo del mehtar (principe) adottata in epoca imprecisata, e abolita in teoria nel 1969. Proporzioni circa 4/5. Bandiera-cartolina con veduta sul massiccio dell'Hindukush al naturale tra un cedro e un pioppo. Scritte islamiche in urdu sulla cornice: in alto la kalima, "in nome di Dio benevolente e misericordioso" e in basso "con l'aiuto di Dio la vittoria è vicina". Nel cielo azzurro la parola Tirichmir, che indicava il punto più elevato del paese.



Esisteva anche una versione triangolare della bandiera che mostrava essenzialmente lo stesso paesaggio ma con disegno più semplice e naïf. I colori, qui ricostruiti, non sono sicuri, così come incerto è il tipo d'impiego.



> PAKISTAN

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 3, sez. 12, 1990 - Archivio CISV, scheda 54/6







PASHTUNISTAN
© Roberto Breschi
Sommario. Il Pashtinistan è una regione al confine tra Afghanistan e Pakistan, tra i contrafforti dell’Hindukush e la pianura dell’Indo, abitata dai pashti un popolo affine agli afghani, che non tiene in gran conto i confini politici tra gli stati. Nel 1947 fu anche proclamata l’indipendenza; il gesto, ispirato dall’Afghanistan, non portò mai alla piena realizzazione di un libero stato pashto, ma determinò una serie di aspri contrasti territoriali col Pakistan che raggiunsero l’apice nel 1953 e nel 1961. La questione è stata parzialmente risolta nel 1963.


Pakhtunistan, Pathanistan, 1947-1963/68



Bandiera nazionale pashtun adottata con la dichiarazione dell'indipendenza (2 settembre 1947) e restata in uso per diversi anni, almeno fino al 1963, anno degli accordi tra Afghanistan e Pakistan; in seguito continuò ad apparire in emissioni filateliche afghane fino al 1968. Proporzioni 1/2. Il rosso era preso da bandiere politiche anteriori al 1947, il nero era colore afghano. Il paesaggio montano col sole radioso sull'Hindukush era il simbolo della nascita di un libero Pashtunistan. Le scritte significavano "Dio è onnipotente" (in alto) e "Pashtunistan" (in basso).


> AFGHANISTAN
> PAKISTAN

Bibliografia
Flag Bull., IV:2, 1964/65 - Archivio CISV, scheda 54/5