DHRANGADHRA
© Roberto Breschi
Sommario. Lo stato di Dhrangadhra, a est di Morvi, costituito (o meglio ristrutturato) nella prima metà del XVIII secolo, era governato da una famiglia di origine ragiaputa appartenente al potente clan dei Jhala, la cui influenza si estendeva su molti altri stati tra cui i limitrofi Limbdi, Wadhwan e Wankaner, nel Kathiawar settentrionale.


Principato di Dhrangadhra, Halavada-Dhrangadhra State, c. 1911-1946


Bandiera di stato e stendardo del maragià, di sicuro esistente nel 1911, sostituita da nuovi vessilli tra il 1944 e il 1946. Proporzioni circa 1/2, a coda di rondine. La figura al centro rappresentava un baldacchino di pietra (gonkh), emblema tradizionale della dea Sri Sakti Devi, costruttrice dello stato e madre della dinastia ragiaputa dei principi. Esso passò sulle bandiere e sugli stendardi successivi e fu sempre presente sugli stemmi del principato.


Principato di Dhrangadhra, Halavada-Dhrangadhra State, 1946-1948



Bandiera nazionale e di stato adottata il 5 ottobre 1946 e soppressa insieme allo stato nel 1948. Proporzioni apparenti 3/5. La bandiera era chiamata Sakti Dhwaj perché recava al centro il gonkh, emblema della dea madre Sakti Devi. Le due strisce rosa rappresentavano il tramonto e l'alba della notte (la striscia blu in mezzo) durante la quale la dea-madre costruì lo stato. Le 18 increspature della striscia gialla - la cui forma ricordava i festoni (torana) posti sulle porte dei villaggi - alludevano ai 1800 villaggi originari del principato. Erano rosa acceso e portavano i gonkh anche gli stendardi principeschi dello stesso periodo.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Riv. Marittima, Suppl., 6, 1998 - Archivio CISV, scheda 53/26







WADHWAN
© Roberto Breschi
Sommario. Principato del Kathiawar settentrionale a sudest di Dhrangadhra, fondato verso la metà del XVII secolo e governato da un ramo di una dinastia di origine ragiaputa del clan dei Jhala.


Principato di Wadhwan, fino al 1948



Bandiera di stato e stendardo del thakore (principe) soppressa nel 1948. I colori erano quelli dello stemma del thakore. In bella evidenza il trisul (tridente) di Siva.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Riv. Marittima, Suppl., 6, 1998 - Archivio CISV, scheda 53/34 bis







WANKANER
© Roberto Breschi
Sommario. Stato fondato verso il 1650 e retto da una dinastia ragiaputa del clan Jhala. Wankaner era situato subito a sud di Morvi e Dhrangadhra.


Principato di Wankaner, fino al 1948



Bandiera di stato in uso fino al 1948. Lo stemma del maragià al centro del drappo, conteneva riferimenti al "saktismo", concezione filosofico-religiosa dell'induismo, derivata dal culto di Siva, secondo la quale l'universo è il prodotto di un'eterna emanazione energetica fluente dal principio generatore maschile. La figura centrale, una specie di tempio con cupola, rappresenta appunto l'organo maschile (lingam) con il tridente di Siva. La luna e il sole in alto simboleggiano il ciclo vitale. Lo stendardo del maragià aveva in più una cornice rosso-gialla.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Riv. Marittima, Suppl., 6, 1998 - Archivio CISV, scheda 53/35







RAJKOT
© Roberto Breschi
Sommario. Il principato di Rajkot, fondato verso il 1620, era governato da una famiglia ragiaputa del clan dei Jaredja. Si trovava a sud di Wankaner, nel Kathiawar.


Principato di Rajkot, fino al 1948



Bandiera di stato e stendardo del thakur sahib, il sovrano, risalente a una data non conosciuta e in uso fino al 1948. Proporzioni circa 3/5: Sul drappo blu scuro, attraversato da un'insolita croce di Sant'Andrea gialla, campeggiava in grande evidenza l'emblema del principe, senza i colori. La luna, Chandra, appariva insieme all'antilope, che cavalcò quando venne sulla terra. Sulla falce di luna, la scritta raje koma praja raja, "doni dal cielo al popolo del ragià". Ai lati, due tridenti di Siva e in cima il katar, arma ragiaputa, alludente all'origine dei sovrani.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Riv. Marittima, Suppl., 6, 1998 - Archivio CISV, scheda 53/35 bis







JASDAN
© Roberto Breschi
Sommario. Lo stato di Jasdan sorgeva tra quelli di Rajkot e di Bhavnagar nel Kathiawar. Fu fondato vel XVII secolo.


Principato di Jasdan, fino al 1948



Bandiera di stato adottata in epoca non precisata e abolita nel 1948. Colori ed emblema tratti dallo stemma. Il sole raggiante (modhu) era figurato con la fronte segnata dal tilak.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Archivio CISV, scheda 53/35 bis







LATHI
© Roberto Breschi
Sommario. Lathi era un piccolo principato di antica origine (secolo XIII), nel Kathiawar centrale, confinante con Bhavnagar.


Principato di Lathi, Lathi Thikana, fino al 1948



Bandiera di stato adottata in data non conosciuta e durata fino al 1948. Proporzioni 3/5. L'emblema rappresentava una spada, simbolo del dharma, il dovere, come indicava la parola impressa su di essa, incrociata con un ramo fiorito, con incisa la parola brem, amore. L'imbarcazione ricordava che anticamente lo stato aveva uno sbocco al mare, poi perduto. Lo stendardo principesco, nelle sue due versioni, mostrava lo stesso emblema, ma colori differenti.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Archivio CISV, scheda 53/35 bis







VALA
© Roberto Breschi
Sommario. Il territorio di Vala era in pratica circondato da quello dello stato di Bhavnagar, nel Kathiawar centro-orientale. Si era formato verso la metà del XIX secolo.


Principato di Vala, Vala Thikana, Vallabhipur, fino al 1948





Bandiera di stato introdotta in epoca imprecisata e abolita nel 1948. Proporzioni circa 4/7, a piè di gallo. Una bandiera formata da due triangoli sovrapposti, sopra rosso e sotto giallo, è reputata stendardo principesco, ma c'è anche la possibilità dell'attribuzione inversa delle due bandiere.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Archivio CISV, scheda 53/35 ter







CHHOTA UDAIPUR
© Roberto Breschi
Sommario. Chhota Udaipur, a est di Baroda e a sud di Baria nel Gujarat orientale, era governato da una dinastia ragiaputa discendente dal clan dei Chauhan. Originatosi verso il 1750.


Principato di Chhota Udaipur, fino al 1947



Bandiera di stato in uso da data imprecisata fino al 1947. L'emblema al centro era tratto dal crest dello stemma di stato e ricordava un cruento episodio del 1482 conseguente alla presa della fortezza di Pawagadh da parte di Mahmud Shah.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Riv. Marittima, Suppl., 6, 1998 - Archivio CISV, scheda 53/25







BARIA
© Roberto Breschi
Sommario. Il principato di Baria, a nord di Chhota Udaipur, sulle prime propaggini occidentali dei monti Vindhiya, era governato da una famiglia ragiaputa strettamente imparentata con quella dei principi di Chhota Udaipur, come dimostrava la somiglianza degli stemmi dei due principi, raffiguranti ambedue una figura umana nascente dalle fiamme.


Principato di Baria, Bariya, fino al 1948



Bandiera di stato e stendardo del ragià. adottata in epoca non conosciuta e abolita nel 1948.


> STATI PRINCIPESCHI (Indice)

Bibliografia
J.D. McMeekin, Arms and Flags of the Indian Princely States, 1, sez 2, 1990 - Archivio CISV, scheda 53/24