COLOMBIA
© Roberto Breschi
Sommario. La conquista spagnola della Colombia cominciò nel 1499 e procedette speditamente grazie ai conflitti interni fra le popolazioni indigene (Cibcia). La regione costituì in un primo momento una capitaneria generale del vicereame del Perù, ma in seguito (1717) fu creato il vicereame della Nuova Granada comprendente Colombia, Venezuela, Ecuador e Panama. La lotta per l’indipendenza dalla Spagna, alimentata dalle idee riecheggianti dalla rivoluzione francese, si accese nel 1810, ma fino al 1819 la situazione fu caotica, con alternanza di vittorie e sconfitte, in un paese immenso, spesso inesplorato e controllabile solo qua e là. Finalmente nel 1819, grazie ai generali Simon Bolivar e Santander, praticamente tutto il territorio dell’ex vicereame fu liberato e fu costituito un nuovo stato relativamente stabile, detto “Grande Colombia” comprendente Colombia, Venezuela e, dal 1822, Ecuador. Nel 1830 Venezuela ed Ecuador si distaccarono e la superstite Colombia (che comprendeva anche Panama, poi staccatasi nel 1903), non più “grande”, assunse il nome, un tempo attribuito all’intero vicereame, di “Nuova Granada”. Seguì un periodo di conflitti interni e a più riprese la costituzione venne cambiata, così come il nome ufficiale (Confederazione Granadina nel 1858, Stati Uniti di Nuova Granada e poi di Colombia nel 1861 e finalmente Repubblica di Colombia nel 1886).


Stato di Colombia e Venezuela, Estado de Colombia y Venezuela, 1811-1812


Prima bandiera nazionale, creata il 14 luglio 1811 e inviata al congresso degli Stati Uniti d’America il 6 novembre successivo, a testimonianza della nascita del nuovo stato nella Nuova Granada, comprendente Colombia e Venezuela. In teoria stato e bandiera durarono fino al 1817 in realtà l’uno e l’altra scomparvero già nel 1812. Strisce diseguali, in proporzioni circa 9/6/4. I colori, più antichi della bandiera (1806), furono portati dal precursore dell’indipendenza dell’America meridionale, il generale venezuelano Francisco Miranda. Nel cantone era raffigurata un’india seduta in riva all’oceano, con un berretto frigio issato su un’asta, un caimano e il sole sull’orizzonte. C’erano inoltre i nomi dei due paesi che formavano lo stato, “Colombia” e “Venezuela” (o “Venezuela libre”).


Province Unite della Nuova Granada,
Provincias Unidas de la Nueva Granada
, 1814-1815


Bandiera nazionale e marittima, adottata in via provvisoria il 26 aprile 1814 durante la guerra civile contro la Spagna e modificata nel novembre 1815. Fu ripresa la bandiera già adottata nel 1811 dallo stato libero di Cartagena.


Province Unite della Nuova Granada,
Provincias Unidas de la Nueva Granada
, 1815-1816/17



Bandiera nazionale e marittima introdotta il 14 novembre 1815 e scomparsa probabilmente tra il 1816 e il 1817 a causa della controffensiva vittoriosa degli spagnoli. Semplificazione della precedente bandiera a rettangoli concentrici.


Grande Colombia, Repubblica di Colombia,
La Gran Colombia, República de Colombia
, 1819-1834






Bandiera nazionale adottata il 17 dicembre 1819 dal congresso di Angostura ove si costituì di nuovo uno stato comprendente la Colombia e il Venezuela (dal 1822, anche l’Ecuador); restò inalterata il 17 dicembre 1830, quando il nome dello stato cambiò in Repubblica di Nuova Granada, avendo l’Ecuador e il Venezuela abbandonato l’unione. Sostituita nel 1834. Proporzioni 2/3; le strisce 9/6/4. Era la stessa bandiera del 1811, ma senza il cantone. Sia la Nuova Granada che il Venezuela usavano porre un loro emblema particolare sulle insegne di stato d’impiego militare. Tra il 1822 e il 1830, periodo dell'unione tra Colombia, Venezuela ed Ecuador, si sarebbe diffuso un modello con tre stelle azzurre nel cantone (a otto o a cinque punte) simboleggianti i tre stati.


Repubblica della Nuova Granada, República de la Nueva Granada, 1834-1858
Confederazione Granadina, Confederación Granadina, 1858-1861







Bandiera di stato e della marina da guerra adottata, dopo accesi dibattiti, il 9 maggio 1834. Confermata nel 1858 dalla Confederazione Granadina; in vigore fino al 1861. Proporzioni 2/3. I colori della bandiera precedente erano mantenuti (l’azzurro di tonalità più scura), ma posti in strisce verticali; la versione di stato portava al centro lo stemma, adottato nella stessa data e simile all’attuale. Vi figuravano due cornucopie e una melagrana (granada), un berretto frigio e l’istmo di Panama allora appartenente alla Nuova Granada; era sormontato da un condor e dalla scritta libertad y orden, libertà e ordine, e ornato dalla bandiera di stato e da quella mercantile. Quest’ultima, in vigore nello stesso periodo, recava al centro solo una stella a otto punte, che rappresentavano gli stati federati: Antioquia, Bolivar, Boyacá, Cauca, Cundinamarca, Istmo (Panama), Magdalena e Santander.


Repubblica della Nuova Granada, República de la Nueva Granada, 1854





Bandiera di stato e della marina da guerra in uso durante la breve parentesi dittatoriale del generale Melo, dal 17 aprile al 4 dicembre 1854. Fu cambiato il disegno delle armi, con il condor  in posizione diversa; lo scudo, da cui furono eliminati il berretto frigio e le cornucopie, poggiava su tre bandiere nazionali e su un fascio avvolto in un cartiglio con il motto Ab ordine libertas (dall'ordine la libertà). Il tutto sormontato da una stella a cinque punte.


Stati Uniti della Nuova Granada, Estados Unidos de la Nueva Granada, 1861



Bandiera nazionale in vigore dal 26 luglio al 26 novembre 1861. Proporzioni 2/3. Le nove stelle poste ad arco sulla striscia blu, rappresentavano gli otto stati dell’unione e il distretto federale.


Stati Uniti di Colombia, Estados Unidos de Colombia, 1861-1886
Repubblica di Colombia, República de Colombia, dal 1886


Bandiera nazionale e di stato adottata il 26 novembre 1861 e riconfermata nel 1886, quando la federazione diventò una repubblica unitaria. Dal 14 luglio 1906 al 12 novembre 1932 fu anche la bandiera da guerra. Proporzioni 2/3; la striscia gialla è larga il doppio delle altre e pertanto occupa la metà del drappo. Il disegno della bandiera tornò ad essere quello del 1811, senza il cantone e con proporzioni e colori un po’ differenti. La versione di stato appare talvolta con lo stemma, tuttavia non esistono in merito regole ufficiali.


Stati Uniti di Colombia, Estados Unidos de Colombia, 1861-1886
Repubblica di Colombia, República de Colombia, dal 1886



 1861-1890


 dal 1890
Bandiera mercantile adottata il 26 novembre 1861, confermata nel 1886, quando la federazione diventò una repubblica unitaria. Proporzioni 2/3 con le strisce 2/1/1. Uguale alla bandiera di stato con in più l’ovale centrale con nove stelle a otto punte, che rappresentavano probabilmente gli stati (si era aggiunto Tolima, mentre quello dell’Istmo prese il nome di Panama). Il 28 aprile 1890 - ufficialmente l’8 maggio successivo – l’insegna fu modificata, lasciando solo una stella a otto punte nell’ovale centrale.


Stati Uniti di Colombia, Estados Unidos de Colombia, 1861-1886
Repubblica di Colombia, República de Colombia, 1886-1906 e dal 1932



1861-1886


1886-1906 e dal 1932

   
Bandiera della marina da guerra adottata il 26 novembre 1861. Fino al 5 agosto 1886 fu anche la bandiera di stato e portò le armi racchiuse in una cornice ovale recante la scritta in oro Estados Unidos de Colombia e nove stelle a otto punte. Nel 1886 la cornice fu eliminata e l'ellisse diventò un cerchio. Il 14 luglio 1906 lo stemma fu tolto, per essere ripristinato il 12 novembre 1932. Da questa data la bandiera sarebbe stata utilizzata anche per le truppe terrestri, con l'aggiunta di un bordo rosso intorno alle armi con il nome del reparto. Nel corso degli anni lo stemma ha subito alcune variazioni artistiche.


> CARTAGENA
> CAUCA
> CUNDINAMARCA

Bibliografia
Flag Data Archives, I:16, 1973 - Flagmaster 15, 1974 e 16, 1975 - Opere a carattere generale - Archivio CISV, schedario generale - A.Ziggioto, ex litteris


> Indice America >              >> Indice generale >>