BAHAMA
© Roberto Breschi
Sommario. L’arcipelago delle Bahamas comprende circa 3000 isole e scogli, tra cui Guanahani o San Salvador, l’isola dove approdò per la prima volta Cristoforo Colombo il 12 ottobre 1492. Originariamente abitate da indigeni arauchi le Bahamas passarono dalla Spagna all’Inghilterra nel 1646 ma soltanto nel 1783  fu sancito l’effettivo possesso britannico. Nel 1973 diventarono indipendenti.


Colonia Britannica delle Bahama, The Bahamas, c. 1870-1964




Blue Ensign della colonia adottata – fra le prime del genere – probabilmente verso il 1870 e durata, con variazioni relative solo al disegno della corona, fino al 1964. Il badge deriva dal sigillo della colonia risalente al 1723 e rappresenta un tre alberi con le vele parzialmente ammainate che insegue due navi corsare. La scena celebra le imprese del capitano Woodes Rogers contro i pirati ed è descritta dal motto posto intorno, sulla cintura, Expulsis piratis restituta commercia, “cacciati i pirati, i commerci rifioriscono”. Nel 1904 la corona imperiale fu mutata e diventò Tudor e, ancora, nel 1952, diventò di Sant’Edoardo.


Colonia Britannica delle Bahama, The Bahamas, 1904-1964



La Red Ensign mercantile con il badge di cui sopra fu introdotta nel 1904 senza essere autorizzata dall’Ammiragliato e alzata “abusivamente" fino al 1964.


Colonia Britannica delle Bahama, The Bahamas, 1964-1973








Bandiera nazionale e di stato (in mare, ma anche a terra, in alternativa all’Union Flag) adottata il 12 maggio 1964 e durata fino all’indipendenza (1973). Rispetto alla precedente Blue Ensign cambia di poco il badge, ridisegnato e introdotto il 12 maggio 1964. Il veliero appare più in prospettiva e, sulla cintura, cambia la disposizione del motto. Restò anche la Red Ensign che finì per essere, se non approvata, almeno tollerata dall’Ammiragliato.


Bahamas, Commonwealth of the Bahamas, dal 1973



Bandiera nazionale e di stato a terra, adottata ufficialmente il 10 luglio 1973, giorno dell’indipendenza. Proporzioni 1/2. L’azzurro-mare e il giallo-oro richiamano il mare dei tropici e le spiagge dorate delle isole. Il triangolo nero simboleggia la determinazione e l’unità del popolo e le ricchezze naturali del paese.


Bahamas, Commonwealth of the Bahamas, dal 1973






dal 1981


Bandiere mercantile, introdotta il 10 luglio 1973, giorno dell’indipendenza. A partire dal 1981, si preferisce usare un drappo tagliato a coda di rondine. Proporzioni 1/2. Fra le insegne mercantili di vari stati già possedimenti britannici, derivate dalla Red Ensign, la croce bianca in campo rosso costituisce una peculiarità. Le Bahama alzano, sempre dal 1973, anche una bandiera di stato in mare; essa sarebbe riservata in teoria ai mercantili al comando di ufficiali della riserva navale, di cui però le Bahama sono prive, perciò è di fatto usata dalle navi non armate dello stato. È detta Blue Ensign anche se ha il campo bianco con croce azzurra.


Bibliografia
Flag Bull., XV:2-3, 1976 - Archivio CISV, scheda 134


> Indice America >              >> Indice generale >>